Gaming XP

E3 2017 Electronic Entertainment Expo | 13-15 Giugno 2017

  • Posts
  • OFFLINE
    li4m
    Post: 12,090
    Registered in: 7/19/2003
    Location: ROMA
    Age: 39



    00 6/10/2017 12:54 PM



    Guida all'E3 2017: orari delle conferenze, giochi confermati e rumor
    eurogamer

    Tutto quello che c'è da sapere sull'evento videoludico più atteso dell'anno.

    Anche quest'anno, come ogni anno, è finalmente giunto l'immancabile evento più atteso dai videogiocatori di tutto il mondo: l'Electronic Entertainment Expo, meglio conosciuto con il nome di E3!

    Le porte degli spazi espositivi dell'E3 2017 si apriranno ufficialmente il 13 giugno e, dopo tanti anni di assenza, il pubblico composto non solo da giornalisti tornerà ad invadere la fiera, che terminerà quando in Italia sarà da poco scoccata la mezzanotte tra il 15 e il 16 giugno.

    Mentre il commando inviato da Eurogamer oltreoceano ci terrà costantemente informati sui giochi presenti in fiera, l'attenzione di noi che restiamo in Italia sarà rivolta principalmente alle elettrizzanti conferenze pre-E3. Com'è facile intuire, queste si tengono prima dell'apertura dei cancelli degli spazi espositivi e qui di seguito potete trovare tutti gli orari e i dettagli.





    E3 2017 - le conferenze e gli orari

    Le conferenze pre-E3 sono eventi spesso spettacolari ed emozionanti che monopolizzano l'attenzione di noi videogiocatori. Qui sotto trovate gli orari a cui regolarvi le sveglie per seguirle con noi. Anche quest'anno infatti copriremo in diretta streaming tutte le conferenze e chiacchiereremo con voi degli annunci più inaspettati e dei giochi più attesi e interessanti.

    Sabato 10 giugno

    ■ Electronic Arts - alle ore 21:00

    Anche quest'anno ad aprire le danze delle conferenze pre-E3 ci penserà Electronic Arts con il suo evento parallelo EA Play 2017. La conferenza potrebbe riservare qualche sorpresa per gli amanti di Star Wars, ma sicuramente verranno mostrati per la prima volta il nuovo Need for Speed Payback, la modalità multiplayer di Star Wars Battlefront 2 e il gameplay di FIFA 18.

    Domenica 11 giugno

    ■ Microsoft Xbox - alle ore 23:00

    La protagonista della giornata successiva sarà invece la nuova Xbox, con nome in codice Project Scorpio. La conferenza di Microsoft dell'E3 2017 sarà importantissima per la casa di Redmond, perché verranno finalmente svelate le carte per assicurare un roseo futuro ad Xbox. Affinché l'evento sia vincente, e lanci nuovamente Xbox verso la vetta, ci aspettiamo importanti annunci a sorpresa, oltre all'attesissimo prezzo di Project Scorpio.





    Lunedì 12 giugno

    ■ Bethesda - alle ore 6:00
    ■ PC Gaming Show - alle ore 19:00
    ■ Ubisoft - alle ore 22:00

    Lunedì sarà invece un'emozionante giornata all'insegna dei produttori di videogiochi. Ad aprire le danze ci penserà, di prima mattina, Bethesda da cui ci aspettiamo l'annuncio di due IP inedite, una delle quali potrebbe chiamarsi Starfield, ma le sorprese potrebbero non finire qui.

    La serata verrà invece introdotta dal rilassante PC Gaming Show, che lo scorso anno ha riservato qualche sorpresa, tra annunci di giochi inediti, esclusive PC e interviste con gli sviluppatori. Da AMD ci aspettiamo invece qualche succosa novità riguardo le prossime GPU con architettura Vega.

    A fine giornata si va sul palco di Ubisoft, sempre allegro e colorato, per una conferenza che si prospetta emozionante. La maggior parte dei giochi che saranno presenti dell'evento, infatti, non sono ancora stati annunciati e quindi non mancheranno le sorprese, ma sicuramente ci aspettiamo il gameplay di Far Cry 5 e l'annuncio del nuovo Assassin's Creed Origins.





    Martedì 13 giugno

    ■ Sony PlayStation - alle ore 3:00
    ■ Nintendo - alle ore 18:00

    Le ore che precederanno l'inizio del vero e proprio E3 saranno monopolizzate da due storici produttori nipponici di console: Sony e Nintendo. Come di consueto, la conferenza PlayStation si terrà per noi europei ad un orario infame, a notte fonda tra lunedì e martedì. Speriamo però che anche quest'anno, come nelle precedenti edizioni dell'E3, Sony abbia preparato un evento carico di emozioni e annunci a sorpresa, ma ci aspettiamo anche succosi gameplay di giochi annunciati e di cui ancora si è visto ben poco, come il prossimo God of War, Spider-Man e Days Gone.

    La conferenza Nintendo di quest'anno, che chiuderà il cerchio degli eventi pre-E3 prima dell'apertura degli spazi espositivi, potrebbe invece essere ridotta all'osso e durare appena trenta minuti. Questo sarà però il primo E3 per la nuova ammiraglia Switch e non possiamo pensare che la casa di Kyoto non abbia qualche asso nella manica, oltre all'attesissimo gameplay di Super Mario Odyssey.
    E3 2017 - i giochi confermati o sicuri

    Ciò che rende l'E3 davvero speciale per noi videogiocatori sono senza dubbio gli annunci a sorpresa, quelli di cui si sospettava l'esistenza o quelli totalmente inaspettati. Sono però sempre tanti i giochi già annunciati, ma che non vediamo l'ora di vedere, magari attraverso i video gameplay inediti o i racconti della redazione di Eurogamer sul campo. Qui di seguito la lista di tutti i giochi che sappiamo già esserci all'E3 2017.





    Activision

    ■ Call of Duty: WWII
    ■ Crash Bandicoot N. Sane Trilogy
    ■ Destiny 2

    Bandai Namco

    ■ Ace Combat 7
    ■ Ni no Kuni 2: Revenant Kingdom
    ■ Project Cars 2

    Bethesda

    ■ Skyrim per Switch
    ■ Quake Champions

    Capcom

    ■ Mega Man Legacy Collection 2
    ■ Marvel vs Capcom: Infinite

    Deep Silver

    ■ Agents of Mayhem
    ■ Kingdom Come: Deliverance

    Devolver Digital

    ■ Absolver
    ■ Serious Sam VR: The Last Hope
    ■ The Swords of Ditto

    Electronic Arts

    ■ Espansione di Battlefield 1
    ■ FIFA 18
    ■ FIFA per Switch
    ■ NBA LIVE 18
    ■ Need for Speed: Payback
    ■ Madden NFL 18
    ■ Star Wars Battlefront 2
    ■ Nuovi contenuti per Titanfall 2

    Focus Home Interactive

    ■ Call of Cthulhu
    ■ GreedFall
    ■ Insurgency: Sandstorm
    ■ A Plague Tale: Innocence
    ■ Vampyr
    ■ Werewolf: The Apocalypse

    Konami

    ■ Pro Evolution Soccer 2018

    Microsoft

    ■ Crackdown 3
    ■ Sea of Thieves
    ■ State of Decay 2

    Nintendo

    ■ ARMS
    ■ Pokkén Tournament DX
    ■ Splatoon 2
    ■ Super Mario Odyssey

    SEGA

    ■ Sonic Forces
    ■ Total War: Warhammer 2

    Sony

    ■ Days Gone
    ■ God of War
    ■ Spider-Man

    Square Enix

    ■ Battalion 1944
    ■ Dissidia Final Fantasy

    Team17

    ■ Aven Colony
    ■ The Escapists 2
    ■ Genesis Alpha One
    ■ Yoku's Island Express

    Ubisoft

    ■ Nuovo Assassin's Creed
    ■ The Crew 2
    ■ Far Cry 5
    ■ South Park: Scontri Di-Retti

    Warner Bros.

    ■ LEGO Marvel Super Heroes 2
    ■ La Terra di Mezzo: L'Ombra della Guerra

    XSEED

    ■ Fate/Extella: The Umbral Star per Switch
    ■ Sakuna: Of Rice and Ruin
    ■ Senran Kagura: Peach Beach Splash per PS4
    ■ Shantae: Half-Genie Hero per Switch
    ■ Zwei: The Ilvard Insurrection per PC


    E3 2017 - titoli probabili, annunci attesi e rumor

    Passiamo infine alla parte più succulenta dell'E3, quella dei giochi che vorremmo vedere annunciati o di cui desideriamo vedere il gameplay, ma la cui presenza è tutt'altro che scontata. In pratica quegli annunci che potrebbero riservare le emozioni più grandi. C'è qualche gioco che attendete tantissimo, ma che non abbiamo inserito qui sotto?





    2K Games

    ■ Borderlands 3

    Activision

    ■ Un nuovo capitolo di Crash Bandicoot

    Bandai Namco

    ■ Code Vein è possibile

    Bethesda

    ■ Contenuti aggiuntivi per Dishonored 2 sono possibili
    ■ Doom VR è atteso
    ■ Un'espansione singleplayer di Doom è possibile
    The Evil Within 2
    ■ Fallout 4 VR è atteso
    Wolfenstein New Colossus
    Starfield è una possibile nuova IP
    ■ Nuova IP ancora segreta

    Capcom

    ■ Monster Hunter XX per Switch è atteso
    Deep Down è improbabile

    Deep Silver

    Dead Island 2 è atteso

    Electronic Arts

    ■ I due giochi di Star Wars ancora non annunciati
    Dylan è atteso

    Konami

    ■ Metal Gear Survive

    Microsoft

    ■ Forza Motorsport 7 è atteso
    ■ Halo 6 NON sarà presente

    Nintendo

    ■ Super Smash Bros. per Switch
    ■ Xenoblade Chronicles 2 è atteso

    SEGA

    ■ Sonic Mania è possibile
    ■ Yakuza 6 in inglese è atteso

    Sony

    ■ Death Stranding NON sarà presente
    ■ Detroit: Become Human è atteso
    ■ The Last of Us Part 2 è improbabile
    ■ Gran Turismo Sport è molto probabile
    ■ Uncharted: The Lost Legacy è probabile

    Square Enix

    ■ Il gioco degli Avengers
    ■ Dragon Quest XI è possibile
    ■ Final Fantasy VII Remake è atteso
    ■ Prequel di Life is Strange è atteso
    ■ Un nuovo gioco sviluppato da Dontnod
    ■ Project Octopath Traveller per Switch è atteso
    Shadow of The Tomb Raider
    ■ Kingdom Hearts 3

    Take Two

    ■ Bully 2 è improbabile
    ■ Red Dead Redemption 2

    THQ Nordic

    ■ Darksiders 3 NON sarà presente

    Ubisoft

    ■ Il nuovo Splinter Cell
    ■ Mario + Rabbids: Kingdom Battle è possibile

    Warner Bros.

    ■ Il nuovo Batman Arkham









  • OFFLINE
    li4m
    Post: 12,090
    Registered in: 7/19/2003
    Location: ROMA
    Age: 39



    00 6/10/2017 1:10 PM

    EA potrebbe mostrare due titoli non ancora annunciati durante la sua conferenza E3
    vgn




    Mancano ormai poche ore all’inizio dell’E3 2017 con Eletronic Arts che inaugurerà l’evento con la sua conferenza EA Play. Nonostante abbia già rivelato la sua line-up dei titoli che verranno mostrati durante la conferenza, nelle scorse ore la compagnia ha annunciato che mostrerà ben otto giochi.

    Quindi, dopo i già confermati Star Wars: Battlefront II, FIFA 18, Madden NFL 18, NBA Live 18, Need for Speed Payback e Battlefield 1, ci sono altri due titoli non ancora svelati ufficialmente che, secondo Gamespot, potrebbero nascondere un nuovo titolo di Star Wars, un titolo sviluppato da BioWare o una nuova IP dalle meccaniche simili a quelle di Assassin’s Creed.

    L’EA Play è fissato per le 21:00 di oggi.





    EA PLAY | DAI UN PRIMO SGUARDO A OTTO GIOCHI E TANTE ALTRE SORPRESE
    ea.com

    Continua a seguirci dopo il Live Show per interviste con i produttori e demo guidate dei maggiori franchise di EA




    Se ti piacciono i videogiochi, segna sul tuo calendario il 10-12 giugno per uno dei più grandi eventi di intrattenimento dell’anno,EA PLAY!Tra pochissimi giorni ti offriremo nuovi aspetti ed esperienze immersive dei nostri maggiori giochi, spoiler e molto altro.

    Sia se ci seguirai online o se sarai con noi a Hollywood, ecco alcune cose essenziali che devi sapere:

    “LIVE @ EA PLAY”
    Si comincia alle 21:00 del 10 giugno, unisciti a noi in “Live @ EA PLAY,” un’esperienza broadcast totalmente nuova progettata appositamente per i nostri giocatori da ogni parte del mondo. “Live @ EA PLAY” presenterà la prima partita multigiocatore live per Star Wars™ Battlefront™ II intitolata Assault on Theed. La partita utilizzerà una mappa dell’era prequel e compariranno 40 dei più grandi influencer di YouTube del mondo, compresoStoneMountain64.

    Per i milioni di fan che non seguiranno EA PLAY a Hollywood, lo show di EA potrà essere seguito su EA.com/it-it dalle 21:00 alle 22:30 CEST. “Live @ EA PLAY” includerà i seguenti grandi successi, assieme ad altre sorprese:

    Star Wars™ Battlefront™ II – Comprendendo tutte le ere Star Wars, una campagna single player e battaglie multiplayer di scala epica, Star Wars™ Battlefront™ II si presenterà come il massimo dei giochi Star Wars fino ad ora Il gioco è in fase di sviluppo in partnership con tre case di produzione di successo: DICE, Motive™ Studios and Criterion™ Games, ognuno con un background di giochi pluripremiati.

    EA SPORTS™ FIFA 18 – Con la tecnologia Frostbite™, EA SPORTS™ FIFA 18 cancella i confini tra mondo reale e virtuale, portando in vita eroi, squadre e atmosfere del mondo di gioco.

    Madden NFL 18 – Con la tecnologia Frostbite™, lo spettacolo dell’NFL GameDay prende vita con giocatori, pubblico e stadi realistici e presenta una nuovissima modalità del franchise Madden NFL .

    NBA LIVE 18 – Con innovazioni nel gameplay e un modo tutto nuovo di giocare con "The One", NBA LIVE ritorna con un’esperienza incentrata sul percorso personale del giocatore.

    Need for Speed™ Payback – Questa esplosiva avventura è piena di missioni intense, gare ad alto rischio, epici inseguimenti polizieschi ed incredibili scenografie. Il suo gameplay da blockbuster non si era mai visto nella serie ed è alimentato da una coinvolgente storia di tradimento e vendetta. Con Need for Speed Payback costruirai la corsa perfetta, mettendoti al volante e mandando in scena una fantasia d'azione su quattro ruote.

    Battlefield™ 1 – L'estate di Battlefield include l’Armata Russa e il fronte più grande della Prima Guerra Mondiale in Battlefield™ 1 In the Name of the Tsar. Partecipa agli scontri in un gelido arcipelago durante l'operazione Albion e combatti nelle pericolose gole ricoperte di neve del Passo Lupkow.

    BROADCAST ESTESO
    Subito dopo la conferenza stampa, su EA.com/it il livestream continuerà fino alle 24 Con uno sguardo al dietro le quinte e a cosa sta succedendo al Fanfest di EA PLAY. Il livestream offrirà uno sguardo ravvicinato su cinque giochi: Star Wars™ Galaxy of Heroes, Need for Speed Payback, Madden NFL 18, EA SPORTS™ FIFA 18 oltre ad una partita multigiocatore per 64 giocatori nella nuovissima mappa di Battlefield 1 , Le notti di Nivelle.

    FANFEST
    EA PLAY 2017 è uno dei maggiori eventi di cultura pop dell’estate. Il cuore di EA PLAY è il Fanfest, che ospiterà più di 150 stazioni di gioco. Durante il Fanfest i giocatori proveranno in anteprima la nuova serie di giochi EA, di cui trovi la lista completa qui, assieme ad una serie di altre attività speciali:

    · Sabato sera Nas, il rapper plurinominato ai dischi di platino e Grammy® terrà un’esibizione live con il DJ Green Lantern e il rapper Dave East.
    · Domenica i giocatori avranno l’opportunità di avere un autografo o di farsi un selfie con la leggenda della NFL Barry Sanders.
    · Dalle 21:00 alle 2:00 CEST del 12 giugno 2017, i fan che vincono il loro round in Star Wars™ Battlefront™ II gareggeranno per vincere un viaggio gratis per la Gamescom 2017 di Colonia (Germania) e vivranno un’esperienza speciale col team di Star Wars™ Battlefront™ II. Leggi le regole ufficiali su: LINK

    Al Fanfest potrai trovare i migliori dispositivi di gioco del mondo tra cui Xbox One, PlayStation®4, PlayStation 4 Pro, Nintendo Switch™ e PC con tecnologia Intel. I monitor sono forniti da BenQ, lo sponsor ufficiale dei monitor di EA PLAY. Le periferiche hardware sono fornite da Logitech G, il partner esclusivo di EA PLAY per le periferiche.

    EA PLAY è aperto al pubblico. Programma del FanFest:
    · Sabato 10 giugno, dalle 16:00 alle 20:00
    · Domenica 11 giugno dalle 12:00 alle 18:00
    · Lunedì 12 giugno dalle 12:00 alle 17:00

    Visita www.ea.com/eaplay2017 per saperne di più sull’evento. Seguici su Facebook e Twitter per altre notizie e informazioni su EA PLAY.









  • OFFLINE
    Thunder105
    Post: 10,067
    Registered in: 4/28/2003
    Location: VINOVO
    Age: 37

    Gaming XP User

    00 6/10/2017 1:58 PM
    Su assassin's Creed sono usciti dei leak da parte di gameinformer.








  • OFFLINE
    nik1981
    Post: 13,984
    Registered in: 10/15/2003
    Location: CATANIA
    Age: 40



    00 6/11/2017 12:12 PM









    Voglia di libertà

    Leo e Vincent sono in prigione per differenti ragioni e le loro vicende personali sembrano rendere incompatibile la cooperazione tra due personalità così complesse, finite loro malgrado ai margini della società. In A Way Out quello che i due dovranno fare è però proprio questo: collaborare per fuggire di prigione, prima, e cercare la salvezza quando verranno braccati dalle forze dell'ordine, poi. Per mettere in scena un canovaccio classico dei videogiochi (ma non solo, basti pensare a quanti film e serie TV hanno riproposto negli anni il tema dell'evasione da un carcere) il team Hazelight ha scelto di creare un gameplay cooperativo innovativo e intrigante: lo split screen sarà una costante, anche quando si giocherà online, lasciando posto a un singolo punto di vista solo quando i due saranno fisicamente in prossimità. Questo perché le diverse prospettive saranno utili ad entrambi i giocatori, sia per raccontare la storia che per elaborare meccaniche originali. Basti pensare al passaggio, osservabile anche nel trailer mostrato durante la conferenza di Electronic Arts, durante il quale devono unire le forze nella lavanderia del carcere per trafugare alcuni oggetti e passare inosservati alla sicurezza. Un altro esempio è la sequenza che abbiamo potuto giocare, la rapina a un distributore di benzina che si apre con una discussione su chi impugnerà la pistola utilizzata per minacciare la cassiera: attraverso un piccolo menù radiale andrà fatta una scelta che, dopo un po' di discussioni, dovrà per forza andare in una direzione o nell'altra, imponendo un accordo che porta l'attrito tra i protagonisti al di fuori dallo schermo, sul divano su cui si sta giocando oppure nella chat della partita online.







    Azione e narrazione

    Pad alla mano il titolo si controlla con appena una manciata di comandi: gli analogici muovono personaggio e telecamera, il bumper sinistro permette di correre e con il quadrato si interagisce con oggetti e personaggi non giocanti. Proprio le interazioni con lo scenario sono da una parte il veicolo principale della narrazione, dall'altra uno dei pilastri del gameplay. Nel distributore di benzina era possibile staccare un telefono che i presenti avrebbero poi potuto utilizzare per chiamare la polizia ma anche bersi una birra e fare due chiacchiere con gli altri clienti, gli stessi che pochi istanti dopo avremmo minacciato. Entrati nella stanza dove si trova la cassaforte Leo e Vincent devono comunicare tra di loro per trovare il modo di far parlare la cassiera, unica in gradi di darci il codice per aprirla. Questa comunicazione appare a schermo a entrambi, ma il tasso di coinvolgimento è alto e viene istintivo parlarsi con l'altro utente con cui si sta giocando. Il richiamo ai titoli di Quantic Dream è presente, anche se in sede di presentazione è stato chiarito che rispetto al lavoro dello studio francese ci sarà un accento maggiore sulla parte di gioco vera e propria. In effetti un'ultima sequenza osservata nel corso del nostro appuntamento di EA Play ci ha dato modo di vedere i due all'interno di un ospedale (evitiamo di dirvi la ragione della visita) braccati dalla polizia e in fuga: la lunga piano sequenza passava da un punto di vista all'altro attraversando tutto l'edificio, chiedendo di correre, evitare i pericoli e, attraverso alcuni Quick Time Event, neutralizzare i pericoli che ci si paravano davanti.
    Siamo più perplessi invece relativamente alla scelta di includere scene di guida e sparatorie. Sono elementi di gameplay che, chiaramente, permettono di strizzare l'occhio a un pubblico più vasto e variegato, dando così modo a A Way Out di allargare il suo bacino di possibili acquirenti. Allo stesso tempo si tratta di meccaniche complesse da realizzare al meglio, spesso al centro di intere esperienze dedicate e per questo non facili da "improvvisare". Staremo a vedere, il supporto di Electronic Arts potrebbe rivelarsi fondamentale in questo senso. Sul fronte tecnico è molto interessante la scelta di lavorare sulla divisione dello split screen che non spezza l'immagine in due parti uguali, almeno non sempre, preferendo spesso privilegiare una metà sull'altra in modo da evidenziare passaggi importanti, e di tanto in tanto introducendo una terza inquadratura per poter dare al giocatore anche un punto di vista ulteriore rispetto a quello dei due protagonisti. La regia è insomma uno dei capisaldi di A Way Out, che dal punto di vista meramente tecnico si difende senza lasciare senza fiato: l'Unreal Engine 4 è un punto di partenza valido ma si vede che il team di sviluppo ha risorse limitate e non può curare dettagli come le texture e la mole poligonale al pari di tanti tripla A odierni. Di certo c'è che la volontà di fare un'esperienza cooperativa così particolare, unica nel suo genere è da apprezzare e leggendo i primi feedback online sembra che Hazelight possa aver fatto breccia nel cuore degli appassionati. Entro i primi mesi del 2018 sapremo se la scommessa ha pagato...

    da multiplayer.it



    Il titolo che più mi ha colpito della conferenza EA :O







    We are the champions
    - my friends
    And we'll keep on fighting
    - till the end -
    We are the champions -
    We are the champions
    No time for losers
    'Cause we are the champions - of the world -
  • OFFLINE
    li4m
    Post: 12,094
    Registered in: 7/19/2003
    Location: ROMA
    Age: 39



    00 6/12/2017 12:17 PM
    EA Play: video, speciale e elenco news






    EA Play 2017: la conferenza Electronic Arts tra sport e nuove IP
    everyeye

    Electronic Arts apre l'E3 2017 con l'evento EA Play: il publisher svela novità su FIFA 18, Star Wars Battlefront 2 e annuncia due nuove IP.




    C'è poco da girarci intorno: quello di Electronic Arts all'E3 2017 è stato uno show poco convincente nei ritmi, nelle tempistiche e nell'esecuzione. Ed in fondo è un peccato che -neppure quest'anno- il publisher abbia azzeccato la scaletta, l'ordine ed il tenore degli interventi. Perché per il resto la solidità della line-up non si mette in discussione: fra titoli già noti e ben due nuove IP, la proposta di EA all'E3 2017 è schiettamente interessante. Il problema, tuttavia, è che la conferenza non è stata quasi mai in grado di raccontare a dovere le novità dei prodotti, di trasmettere il giusto entusiasmo. La concezione dell'evento era vecchia, stantia, inefficace, rimasta ancorata ad idee comunicative superate da tutte le altre software house.

    L'incipit, ad esempio, è stato frettoloso e affaticato. Da una parte abbiamo Long Shot, l'equivalente in salsa Football Americano di quello che The Journey è stato per FIFA 17: una modalità Single Player con un inedito piglio narrativo, che racconti la storia di rivalsa e crescita personale di un protagonista fortemente caratterizzato. Una novità che avrebbe potuto risultare particolarmente interessante anche per gli utenti europei, magari incuriositi dallo sport americano ed alla ricerca di una via d'accesso alla disciplina (virtuale). Peccato che EA abbia deciso di non dirci davvero nulla di questa aggiunta,lasciandola in secondo piano e passando subito a Battlefield 1. Nonostante l'FPS di DICE abbia quasi un anno sulle spalle, forse per arginare l'emorragia di utenti registrata negli ultimi mesi, EA ha deciso di riportarlo sul palco, per promuovere il supporto post lancio e i prossimi DLC. Due nuove mappe arriveranno gratuitamente per i possessori di They Shall Not Pass, mentre a Settembre il secondo add-0n (In The Name of the Tsar) porterà con sé sei nuove mappe inedite.





    Siamo tutti fermamente convinti, tuttavia, che non basti aumentare il numero di contenuti per giustificare una strategia commerciale letteralmente agonizzante. Basti pensare che, appena mezz'ora dopo, l'esplosiva Janina Gavankar confermava, sullo stesso palco, la pubblicazione gratuita di tutti i contenuti aggiuntivi di Star Wars Battlefront II, per capire che forse sarebbe stato meglio glissare sulle campagne del fronte russo.

    Smaltiti i primi venti minuti dell'evento fra chiacchiere e imbarazzi, qualcuno ha addirittura iniziato a preoccuparsi. E invece proprio nella parte centrale sono arrivati i pezzi forti. Need For Speed Payback, nel confermare la vicinanza tematica delle vicende con la saga cinematografica di Fast and Furious, ribadisce anche che nel suo DNA c'è almeno qualche cromosoma di Burnout (Takedown!). Ed esibisce per altro un Frostbite in stato di grazia, che supera i risultati ottenuti con Rivals in termini di sensazione di velocità, impatto grafico, spettacolarità. C'è ancora tanto da verificare (varietà di ambientazioni e sistema di personalizzazione), ma la sezione di gameplay del racing firmato Ghost Games è stata una boccata d'aria fresca dopo un'introduzione boccheggiante.

    E poi c'è A Way Out. Sviluppato dagli svedesi di Hazelight (già creatori di Brothers: a Tale of Two Sons), si tratta di una nuova IP letteralmente magnetica: la storia di due detenuti che pianificano la fuga da una prigione, da giocare esclusivamente in due (in locale oppure online). Niente single player, per un titolo che punta non solo su una cooperazione che possiamo definire "asimmetrica", ma anche sulla varietà di situazioni: tra esplorazione, stealth e azione, ogni scena sarà diversa dalla precedente. La trama sembra recuperare influenze dai grandi film di Hollywood che si sono occupati di situazioni analoghe, da "American History X" a "Fratello, Dove Sei?".

    Oltre che per le qualità del prodotto, la presentazione di A Way Out è stata ravvivata dall'entusiasmo del producer, che ci ha fatto respirare un po' di sincera umanità: distante anni luce, finalmente, dalla clinica freddezza delle figure più formali e ingessate. Stravagante, invece, la scelta di annunciare la nuova IP di Bioware sempre nella sezione centrale della conferenza, invece che lasciarla alla fine. Anthem ha mostrato panorami alieni molto simili a quelli di Titanfall, ed un piglio sci-fi che non vediamo l'ora di scoprire, durante la conferenza Xbox. Proprio gli accordi con Microsoft e la promessa di una versione fortemente ottimizzata per Scorpio hanno fatto sospettare persino un'esclusività temporale.





    Inspiegabile, infine, il fatto che EA riesca sempre a sbagliare la presentazione di FIFA. Una volta decidendo di coinvolgere Pelè, un'altra lasciando che a parlare siano due macchiette in giacchetta, che non riescono a focalizzarsi sulle novità del gioco. E pensare che quest'anno sono pure tante: tra un sistema di animazioni completamente rivisto, una fisica del pallone abbondantemente aggiornata, e la volontà di riprodurre sul campo la personalità dei grandi campioni, da mostrare ci sarebbe stato davvero tanto.

    Pure il "sequel" ufficiale di The Journey avrebbe meritato spazio. E pure, a dirla tutta, la versione Switch, bellamente ignorata nonostante sia presente sullo showfloor, e la nuova console Nintendo sia davvero sotto gli occhi di tutti, in questo periodo.

    Con FIFA, ma pure con il ritorno di NBA Live, EA è stata completamente rinunciataria, parlando troppo e mostrando poco gameplay, e insomma raccontando i propri titoli sportivi con poca convinzione. Nel caso del nuovo NBA Live, comunque, forse è stato un bene. Al di là dell'apprezzabile atto di coraggio, il titolo sembra ancora molto inferiore al diretto rivale, praticamente in tutti i campi (animazioni, fisica, colpo d'occhio). Dubitiamo che basterà una carriera che vuole fondere le partite "istituzionali" con le emozioni del basket "da strada" a rilanciare questo brand.





    Proprio in chiusura di conferenza, in ogni caso, arriva quello che sarà il pilastro portante della Line-Up di EA per questo autunno: Battlefront II. E ci viene presentato dalla già citata Janina, attrice che interpreta Iden Versio: anche lei esuberante, entusiasta, animata da un entusiasmo contagioso. Un trailer perfetto nei ritmi, la promessa di un supporto gratuito, le molte novità del gameplay, l'imponente mole di contenuti con cui il titolo sarà lanciato, la promessa di un gameplay meno confusionario e di una struttura più meritocratica. È davvero tutto al posto giusto: peccato che poi EA decida di trasmettere un'intera partita in una delle nuove mappe. Ben trentacinque minuti di match, accompagnati da un commento insipido e proposti con una regia affannata. Un modo davvero pessimo per chiudere la conferenza, così come sbrigativo e lassista è stato l'ultimo saluto di Patrick Soderlund, che ha chiuso senza strepiti una conferenza sempre rimasta sempre troppo "apatica" e verbosa.

    Come dicevamo sopra, sarebbe stato meglio lasciarsi alla fine la "bomba" di Anthem, chiudere perlomeno con il botto, salutare il pubblico con una notizia d'impatto. Così come stanno le cose, invece, ci tocca bocciare la quasi totalità dello show, e concentrarci sulla proposta software: scoprendola dal vivo, per approfondirne a dovere le qualità, come neppure il publisher è stata in grado di fare. Nella speranza che, prima o poi, anche EA trovi "la sua Aisha", e riesca a strutturare eventi più moderni nella concezione e più ispirati a livello comunicativo.





    Tutte le news della conferenza EA in un solo posto
    IGN

    La conferenza Electronic Arts dell'E3 2017 si è appena conclusa. Se non siete riusciti a seguirla o volete fare un ripasso delle novità annunciate, ecco tutte le notizie comodamente riassunte in un elenco puntato ordinato cronologicamente. Qui in alto, invece, trovate il video integrale della conferenza.

    Cliccate sui link per leggere le news che più vi interessano:









  • OFFLINE
    li4m
    Post: 12,095
    Registered in: 7/19/2003
    Location: ROMA
    Age: 39



    00 6/12/2017 12:35 PM
    conferenza Microsoft: speciale, video e elenco news con link




    Xbox Briefing - Conferenza E3 2017
    spaziogames

    Replica, Recap e Late Show




    Parte subito forte Microsoft presentando la sua nuova console, come d'altronde tutti si aspettavano: si tratta di Xbox One X, uno scioglilingua che ci permette di apprezzare la più piccola e la più potente delle Xbox mai arrivate sul mercato. Una console che, paragonata alle dimensioni di Xbox One S, è decisamente più contenuta e immessa sul mercato con una colorazione più scura, tendente al nero. Con tutti gli accessori già disponibili pronti a essere compatibili con la nuova console, ricordiamo anche che le specifiche dalla sua sono decisamente elevate:6 TFLOPs di GPU, 12 GB GDDR 5, 360GB/s di memoria di banda. La console, infine, vanterà anche di un sistema di raffreddamento a liquido, che verrà incontro alle dimensioni decisamente contenute della console stessa. Insomma, un piccolo gioiello tecnico, cosa che già era nell'aria dopo il reveal delle specifiche tecniche avvenuto già da qualche settimana. La console arriverà il 7 novembre e costerà 499,00 dollari.

    Dopo aver mostrato la console si passa quindi ai titoli che accompagneranno l'arrivo sul mercato della console che oramai possiamo smettere di chiamare Scorpio.

    Si parte da un must di casa Microsoft, ossia Forza Motorsport 7, che sarà accompagnato da oltre 700 vetture, con un 4k nativo e 60fps a supportarne la grafica.

    Subito dopo arriva il turno di un nuovo annuncio: si tratta di Metro Exodus, nuovo capitolo della celebre saga sparatutto che offrirà il 4k nativo su Xbox One X. Con un'ambientazione sempre molto ispirata con tantissimi momenti action, il titolo dovrà essere sicuramente spolpato a dovere per capire quante sessioni scriptate ci sono e quanto, invece, è lasciato alla libertà del giocatore.

    Le immagini successive ci portano subito in Egitto, con Assassin's Creed Origins che fa il suo debutto dopo il leak degli scorsi giorni che aveva già svelato molto del titolo. Il protagonista della vicenda sarà Bayek, uno sceriffo egiziano, che si ritrova a combattere contro le forze oscure che stanno corrompendo l'Antico Egitto. Dal punto di vista del gameplay il titolo si presenta come un mix di alcune componenti di altri titoli Ubisoft, che vanno a potenziare l'offerta di una saga che da anni cercava un po' di innovazioni: il combattimento si avvicina molto a quello proposto da For Honor, con una visuale molto sulla spalla, così come la visuale con l'aquila che replica moltissimo quella proposta da Far Cry Primal, un ottimo modo per controllare l'ambiente circostante prima di addentrarsi in quello che è il nostro assalto. Il titolo non sarà chiaramente esclusiva per Xbox One X e attendiamo di saperne di più durante la conferenza di Ubisoft.

    Prima di passare a quelle che sono le grandi esclusive Microsoft, Xbox One X si lascia andare ai titoli multipiattaforma che accompagneranno il lancio della console: tra questi chiaramente Minecraft, che oltre ad avere dalla sua il 4k nativo avrà anche la possibilità di costruire un universo condiviso per tutti i giocatori, dalle piattaforme mobile al pc, fino chiaramente a tutte le console di casa Microsoft.

    Non manca anche un lungo trailer di State of Decay 2, che oltre a essere annunciato per il 2018 ci mostra anche tutta l'atmosfera tipica dei titoli di sopravvivenza contro gli zombie, con avversari decisamente sui generis, a partire dagli zombie di grandi dimensioni che sembrano molto più coriacei di altri che cadranno facilmente ai nostri piedi. Sebbene il dettaglio grafico non ci abbia del tutto convinto, il titolo può indubbiamente offrire qualcosa di interessante dal punto di vista narrativo, come d'altronde il primo capitolo aveva già fatto.

    A chiudere il gruppo di titoli multipiattaforma che Microsoft sponsorizza come maggiormente performanti sulla propria console c'è il nuovo Dragon Ball Fighters, altro titolo leakato negli scorsi giorni e distribuito da Bandai Namco: molto vicino a Marvel vs. Capcom, con delle squadre pronte a sfidarsi tra di loro, il titolo sarà un picchiaduro con grafica 2.5d. Uscita fissata per l'inizio del 2018 con 4k nativo.

    Phil Spencer, poi, passa ad annunciare tutte le esclusive che saranno a disposizione di Xbox One X e si parte inevitabilmente con Sea of Thieves, che non arriverà entro la fine dell'anno, ma nel 2018. Dopo le numerose beta e le parti di gameplay mostrate durante la scorsa Gamescom, il titolo di Rare sembra aprirsi a scenari molto più ampi, con un gunplay più intenso e maggior interattività con gli ambienti, con delle sessioni di esplorazione sott'acqua che intensificano quindi il movimento sulla propria imbarcazione e, chiaramente, anche a terra, per una vita da pirati molto più intensa di quanto ci aspettassimo inizialmente.

    Dopo un velocissimo teaser di Tacoma 2 tocca a Super Lucky's Tale, un platform con protagonista una volpe in pantaloncini che era già stato proposto con tecnologia Oculus Rift, ma qui proposto in una versione molto più corposa. Con delle meccaniche relativamente basilari per i platform ci aspettiamo di poter approfondire il titolo e capire effettivamente in che modo cercherà di difendersi dall'arrivo sul mercato di Yooka Laylee e del ritorno di Crash Bandicoot.

    Atteso, invece, da gran parte dell'utenza Microsoft e non, arriva poi Cuphead, che finalmente viene accompagnato da una data d'uscita fissata per il 29 settembre: trailer molto corto per un titolo che d'altronde già da diversi anni era a disposizione della stampa tramite il programma ID@Xbox.

    Tocca poi a Crackdown 3, altro titolo molto atteso dalla community Xbox, che viene presentato con un'atmosfera molto entusiastica per il 7 novembre, tra esplosioni ed esoscheletri pronti a combattere con fucili imbracciati.

    Microsoft però non è solo creare videogiochi, ma anche dare supporto ai giovani sviluppatori, gli indipendenti che hanno effettivamente bisogno di emergere e di spingere il videogioco in una direzione diversa: per questo il progetto ID@Xbox, che annualmente vi raccontiamo anche grazie al supporto di Agostino Simonetta, referente europeo del progetto, ottiene grande spazio con un trailer molto lungo che mostra una carrellata di titoli provenienti proprio da studi indie. Dopo la spiegazione di Phil Spencer riguardante il loro programma di supporto agli indie, si arriva a un altro titolo di Annapurna, con uno stile come sempre unico, tra strane creature a forma di ragni e di bestie volanti, fino all'incontro con uno sciamano che ci presenta Ashen, titolo senza data di uscita.

    Subito dopo tocca al ritorno di Life is Strange, con tre episodi che arriveranno dalla fine dell'estate prossima per raccontare ciò che accadde prima della tempesta, pertanto un prequel che vedrà presente anche Rachel, figura abbastanza importante nel primo capitolo di Life is Strange.

    In sequenza, senza un attimo di respiro, arriva l'Ombra della Guerra, titolo del quale vi abbiamo già parlato in numerose salse: dal nemesis system fino alle fortezze, con la possibilità di gustare nuovi combattimenti, nuove funzioni del battle system e nuove interazioni tra Talion e Celebrimbor.

    Anticipato poi da un intro al pianoforte, Microsoft conferma i leak distribuiti nel corso della serata di ieri che parlavano di un atteso sequel di Ori: viene infatti presentato Ori and the Will of the Wisps, ispirato da un ottimo stile artistico e che continua la celebrazione della musica e del gameplay offerto dai titoli, spingendosi anche all'importanza della retrocompatibilità, che aggiunge i titoli Xbox al parco giochi di Xbox One X, titoli come Crimson Skies, che saranno disponibili con più qualità e con una fruibilità altissima: tale aggiunta sarà disponibile dalla fine di quest'anno. Ma Microsoft non si ferma qui, perché Gear of War 4, Forza Horizon 3, Halo Wars 2 e Minecraft verranno aggiornati per essere giocati al meglio anche su Xbox One S. Lo stesso Final Fantasy XV, Resident Evil VII, Ghost Recon Wildlands e Rocket League saranno solo alcuni degli altri titoli che riceveranno una patch per migliorare la qualità su Xbox One S.

    In chiusura Phil Spencer presenta Anthem, titolo di Bioware che già nella conferenza EA Play era stato presentato e che sin dall'inizio di Project Scorpio aveva dato supporto alla nuova console. Veniamo quindi a sapere qualcosa di più sul titolo, che, sviluppato con Frostbyte, ci porta subito all'interno di un mercato condizionato da enormi esoscheletri. Nel mondo di Anthem ci ritroviamo a vestire i panni di mercenari muniti di esoscheletro per attraversare le location a nostra disposizione: un open world vastissimo che può essere percorso volando grazie alla nostra armatura. Vengono mostrati i vari poteri della nostra tuta che ci permettono non solo di volare, ma anche di correre sul terreno con una potenza non indifferente, fino a incontrare una natura selvaggia capace di attaccarci e caricarci in ogni momento. Un mondo capace di vivere e di muoversi indipendentemente dalle nostre attività e che quindi ci accoglierà in ogni segmento con un'atmosfera diversa e con degli avvenimenti che condizioneranno il nostro cammino e la nostra evoluzione. 








    Tutte le news della conferenza Xbox in un solo posto
    IGN

    Tutti gli annunci comodamente riassunti

    La conferenza Microsoft dell'E3 2017 si è appena conclusa. Se non siete riusciti a seguirla o volete fare un ripasso delle novità annunciate, ecco tutte le notizie comodamente riassunte in un elenco puntato ordinato cronologicamente.

    Cliccate sui link per leggere le news che più vi interessano:









  • OFFLINE
    weILL
    Post: 44,841
    Registered in: 4/17/2003



    00 6/12/2017 1:04 PM
    Lo dicevo che la nuova xbox sarebbe costata almeno 500€.. Era ovvio. Considerando anche il raffreddamento a liquido ci sono andati pure leggeri.
    [Edited by weILL 6/12/2017 1:05 PM]







    Manuale di PES 2016 (PS4) e PES Data BaseWE 4ever ...Intendido!!

  • OFFLINE
    li4m
    Post: 12,097
    Registered in: 7/19/2003
    Location: ROMA
    Age: 39



    00 6/12/2017 2:21 PM
    Re:
    weILL, 12/06/2017 13.04:

    Lo dicevo che la nuova xbox sarebbe costata almeno 500€.. Era ovvio. Considerando anche il raffreddamento a liquido ci sono andati pure leggeri.




    ma infatti è anche poco per una cosa del genere
    anche solo calcolando gpu e sistema di raffreddamento.
    per essere una console è un gioiello

    il problema è che con questo prezzo e quelli della concorrenza,
    (ma anche includendo la one s) farà gola a pochi
    ormai il distacco con sony è troppo netto per essere colmato
    e le esclusive rimangono sempre le stesse e sempre troppo poche








  • OFFLINE
    weILL
    Post: 44,842
    Registered in: 4/17/2003



    00 6/12/2017 4:01 PM
    Re: Re:
    li4m, 12/06/2017 14.21:




    ma infatti è anche poco per una cosa del genere
    anche solo calcolando gpu e sistema di raffreddamento.
    per essere una console è un gioiello

    il problema è che con questo prezzo e quelli della concorrenza,
    (ma anche includendo la one s) farà gola a pochi
    ormai il distacco con sony è troppo netto per essere colmato
    e le esclusive rimangono sempre le stesse e sempre troppo poche




    Lo credo anch'io.


    Cmq ripensandoci il raffreddamento a liquido permettendo un leggero overclock potrebbe aver fatto risparmiare qualcosa sull'hw :P







    Manuale di PES 2016 (PS4) e PES Data BaseWE 4ever ...Intendido!!

  • OFFLINE
    ToToNn
    Post: 9,021
    Registered in: 8/22/2004
    Location: FRATTAMAGGIORE
    Age: 34

    Gaming XP User

    00 6/12/2017 7:09 PM
    un pc con quelle caratteristiche magari ti viene 700€ ma poi non paghi il live e i giochi costano meno... quindi alla fine sei sempre lì...
  • OFFLINE
    Nam 77
    Post: 2,573
    Registered in: 6/10/2004
    Location: NAPOLI
    Age: 44

    Gaming XP User

    00 6/12/2017 11:07 PM
    Il problema sono le esclusive...
    Sempre uguali...sempre Forza ...Halo e Gears of war...tolte queste che motivo si avrebbe per preferire xbox one x a 500€ euro rispetto a Sony..(Gt unchy ico zero h dawn god of war...ecc..)









    Niente e' per sempre..ma tu non passerai mai...
  • OFFLINE
    Thunder105
    Post: 10,074
    Registered in: 4/28/2003
    Location: VINOVO
    Age: 37

    Gaming XP User

    00 6/12/2017 11:40 PM
    Stanotte alle 03:00...








  • OFFLINE
    li4m
    Post: 12,120
    Registered in: 7/19/2003
    Location: ROMA
    Age: 39



    00 6/13/2017 1:58 PM

    Tutte le news della conferenza Bethesda in un solo posto
    IGN

    Tutti gli annunci comodamente riassunti

    La conferenza Bethesda dell'E3 2017 si è appena conclusa. Se non siete riusciti a seguirla o volete fare un ripasso delle novità annunciate, ecco tutte le notizie comodamente riassunte in un elenco puntato ordinato cronologicamente.

    Cliccate sui link per leggere le news che più vi interessano:









  • OFFLINE
    li4m
    Post: 12,121
    Registered in: 7/19/2003
    Location: ROMA
    Age: 39



    00 6/13/2017 2:04 PM

    Analisi della conferenza E3 Sony: da God of War a Shadow of the Colossus
    everyeye

    Una conferenza breve e movimentata, con qualche annuncio a sorpresa come Shadow of the Colossus per PlayStation 4 e Monster Hunter World.




    Sony ci aveva promesso un grande spettacolo. E l'incipit della conferenza PlayStation lo è stato davvero: coreografico ed evocativo, capace di fondere in maniera quasi magica, e molto teatrale, la cornice con il contenuto. Già la conferma dello Shrine Auditorium ci era sembrata una dichiarazione d'intenti: in uno dei "sacri tempi" della città di Hollywood, non poteva che consumarsi uno show ammaliante, un sontuoso recital videoludico.
    Se l'evento del 2016 si era aperto con un'orchestra sinfonica ed un brano della colonna sonora di God of War, qui è stata un'esecuzione musicale dalle sonorità indiane ad anticipare il trailer dell'espansione di Uncharted, The Lost Legacy. Subito dopo sono arrivati morbidi fiocchi di neve, che hanno accompagnato l'annuncio ufficiale del primo DLC di Horizon, The Frozen Wilds. E poi i cadaveri appesi, calati sul palco proprio mentre sullo schermo comparivano i corpi straziati di Days Gone.





    Inseguendo questa nuova idea di esibizione, spettatoriale e fisica allo stesso tempo, si è raggiunto quindi il primo apice dell'evento, rappresentato proprio dal nuovo progetto di Bend Studio. Un titolo che, dopo la nebbiosa presentazione dell'anno scorso, assume spessore, drammaticità e consistenza. Restano evidenti (e forse un po' preoccupanti) le similitudini con The Last of Us, ma fra sezioni di guida in moto, una più evidente distruttibilità ambientale, ed una piaga che sembra infettare anche le creature animali, il titolo sembra intenzionato a reclamare una propria identità. Nella speranza che la componente open world, a cui il team di sviluppo ha fatto seguito, sia ben integrata con l'avanzamento, e che l'azione a tratti "esplosiva" vista nel trailer d'esordio sia sempre soddisfacente.
    In generale, ad essere davvero indovinata è stata tutta la struttura dello show: già negli scorsi anni Sony aveva ridotto all'osso le chiacchiere, e questa concezione è stata portata alle estreme conseguenze. Rimasto sul palco per appena una manciata di minuti, Shawn Layden ha lasciato che a parlare fossero soltanto i giochi. E così, dopo il suo primo intervento, il pubblico è rimasto galvanizzato dal ritorno di Monster Hunter su console casalinga: un annuncio attesissimo che ci riporta con la mente ai tempi della PlayStation 2 e del Network Adapter, anche se è bene specificare che il titolo arriverà anche su Xbox One e PC.
    L'unico momento da "pelle d'oca" di questa conferenza, in ogni caso, è arrivato con la conferma del remake di Shadow of the Colossus, che si è mostrato davvero in splendida forma (a dimostrazione del grande talento di Bluepoint Games).





    Ma ecco, subito dopo questa coppia di novità gli spettatori sono stati colpiti da un vistoso calo dell'interesse. Si è pagata, nella parte centrale della conferenza, la necessità di portare sul palco dei multipiattaforma evidentemente meno interessanti rispetto alle esclusive, da Marvel Vs. Capcom Infinite a Call of Duty: World War 2. E si è pagata anche l'urgenza, non facile da spiegare, di dare spazio ad una VR che non convince. Tra impresentabili estensioni ittiche per Final Fantasy XV e platform più che modesti, la parentesi dedicata alla Realtà Virtuale è stata, più che soporifera, addirittura bruttina. Dispiace persino vedere il talento di un team come Supermassive (autori del solido Until Dawn) "parcheggiato" su due progetti per il visore PlayStation (anche se ad onor del vero The Inpatien potrebbe risultare anche piacevole, a differenza dell'ingiustificabile Bravo Team).
    Per fortuna nell'ultima parte dell'evento sono tornate le grandi esclusive. Dapprima un God of War furioso, intenso, brutale, con un sistema di combattimento in parte rivoluzionato dal cambio di inquadratura, ed un'intensità narrativa inedita per la serie di Santa Monica. La curiosità di scoprire cosa quali sorprese ci riserverà la storia di un Kratos stanco, disilluso e invecchiato, alle prese con un figlio non suo, è davvero tanta. E poi un Detroit presentato in maniera efficace, da un trailer che ha dato ottimamente conto della sfaccettata struttura narrativa. Imperdonabile, però, che la produzione targata Quantic Dreams non abbia ancora una finestra d'uscita.
    Proprio sulle date Sony deve ancora lavorare: il suo 2017 sembra un po' spoglio, visto che tutte le produzioni più attese arriveranno a partire dalla prossima primavera. Dopo l'uscita dei due DLC di Horizon e Uncharted, insomma, ci aspettano mesi di vuoto, a meno che non voglia davvero arrivare GT Sports. A pensarci bene, tuttavia, schivare un periodo critico come quello autunnale potrebbe non essere una cattiva idea. La chiusura dell'evento, in ogni caso, è stata affidata allo Spiderman di Insomniac: un titolo esuberante, con un'azione spettacolare e ritmata. Ma anche un free roaming supereroistico potenzialmente molto tradizionale, e proprio per questo forse non così convincente come conclusione.





    Fermo restando che l'assenza di Death Stranding e The Last of Us è pienamente giustificabile, soprattutto in ottica PlayStation Experience, alla conferenza è mancata insomma una chiusura col botto; un annuncio anche fugace, ma d'impatto. Complessivamente, a livello di concezione, ritmo, intensità e struttura, la conferenza PlayStation resta al momento la più riuscita, ma rimane di molto inferiore rispetto a quella dell'anno scorso, che ancora rimbomba nella memoria grazie al carico di novità ed al fortissimo impatto emotivo. Una consapevolezza leggermente amara per il pubblico, ma forse non per l'azienda, sicura di aver vinto la partita annuale già prima di alzare il sipario.









  • OFFLINE
    li4m
    Post: 12,129
    Registered in: 7/19/2003
    Location: ROMA
    Age: 39



    00 6/13/2017 3:02 PM















  • OFFLINE
    ToToNn
    Post: 9,023
    Registered in: 8/22/2004
    Location: FRATTAMAGGIORE
    Age: 34

    Gaming XP User

    00 6/13/2017 6:58 PM
    Si ok quello che volete voi, ma:
    METROID.

    METROID.

    [SM=g2173878]
  • OFFLINE
    li4m
    Post: 12,138
    Registered in: 7/19/2003
    Location: ROMA
    Age: 39



    00 6/14/2017 11:39 AM

    Nintendo E3 2017: Switch protagonista con Super Mario e Metroid Prime 4
    everyeye

    All'E3, Nintendo sorprende tutti annunciando Metroid Prime 4, Kirby, Pokemon e Yoshi per Switch. Spazio anche al gameplay di Super Mario Odyssey.



    Sarebbe stato bello -bellissimo- avere almeno qualche scampolo di gameplay di Metroid Prime 4, ma in fin dei conti lamentarsi troppo del digital event di Nintendo, e della sua supposta inconsistenza, ci pare davvero ingiusto. Lo show messo in piedi dalla casa di Kyoto, del resto, non voleva essere una conferenza tradizionale: la casa di Kyoto ha abbandonato da anni quello stile comunicativo, e preferisce restare dale parti dei direct.

    Appuntamenti, come il nome lascia intendere, molto diretti, condensatissimi, con poche chiacchiere e tanti giochi. Così è stato anche in questo caso: nello spazio estremamente ristretto di circa 30 minuti, Nintendo ha imbastito quell ache possiamo considerare a tutti gli effetti una esplicita dichiarazione di intenti. Confermando, in maniera piuttosto esplicita, che il supporto per Nintendo Switch c'è, che arriva dalle prime cosi' come dalle terze parti, ed è tutt'altro che transitorio.
    Sul fronte dei third party, ad esempio, c'è Rocket League, che a partire da questo inverno potremo giocare anche in versione "portatile", e con tutta l'enorme fanbase che il titolo ha accumulato in questi anni.

    Il fantasioso calcio su ruote di Psyonix si aggiunge all'importantissimo FIFA 18 (insospettabilmente sviluppato con un impeto passionale dall'altrimenti algida Electronic Arts), all'ennesima riedizione di Skyrim (forse il titolo meno convincente tra quelli annunciati nell-ambito dell'E3), e soprattutto al cross-over fra Mario e i Rabbids.

    L'avventuroso strategico sviluppato da Ubisoft Milano è un titolo che decide di prendersi dei rischi, infilandosi nelle maglie di un genere non proprio diffuso: ma dalla sua ha un look meraviglioso, una splendida rivisitazione dell'iconografica classica del Mondo dei Funghi, ed alcune fasi di gioco legate all'esplorazione ed agli enigmi ambientali, che sembrano rendere l'avanzamento estremamente vivace.





    E poi ci sono le esclusive. Una, fortissima, arriverà questo inverno: Xenoblade Chronicles 2, sequel diretto del primo episodio che promuove un deciso ritorno al fantasy, e stupisce il pubblico con un character design che assomiglia in maniera indubitabile a quello di alcuni Tales Of.

    Anche in questo caso, tuttavia, è difficile bilanciarsi per quel che riguarda il gameplay. L'altro annuncio che riguarda l'ultima parte del 2017, forse un po' meno rombante, è Fire Emblem Warriors: un titolo che da solo non basta a dar forza alla line-up, ma che comunque serve a movimentare la chiusura dell'anno. Non bastassero, ovviamente ARMS e Splatoon 2.

    Se quelli che ci aspettano nell'immediato futuro sono mesi di fuoco, sarà il 2018 l'anno potenzialmente esplosivo di Nintendo Switch. Lo dimostrano le urla del pubblico di fronte al ritorno di Samus, richiesto a gran voce anche su Wii U.





    E' bastato un logo per far strillare la community... e poi c'è la promessa - per ora solo verbale ma comunque pesante come un macigno - di un RPG dedicato ai Pokémon, sviluppato direttamente da Game Freaks (e pensare che qualcuno era pronto ad accontentarsi di un porting "stellare").

    Ci sarebbe piaciuto avere qualche informazione in più sulle date e i titoli dei due platform dedicati a Yoshi e Kirby, ma ci accontentiamo degli scampoli di gameplay che hanno messo in mostra idee interessanti a livello ludico. Kirby, ad esempio, promette un multiplayer cooperativo a quattro giocatori, ma anche la possibilita' di reclutare i nemici (oltre che di assorbirli) e combinarne i poteri. Yoshi, invece, recupera da Little Big Planet un'ambientazione fatta di cartone, latte, materiali poveri, dimostrandosi delizioso (quasi) quanto il bellissimo Woolly World.





    Il compito di chiudere il condensatissimo Digital Event, in ogni caso, è toccato ad uno dei titoli più attesi dell'anno, lo smisurato Super Mario Odyssey.

    Mostrato prima attraverso un trailer esplosivo, e poi in una lunga sequenza giocata in diretta all'ombra della Treehouse. Uno post-show in cui, per altro, Nintendo ha pure annunciato delle interessanti novità per il 3DS, console volutamente tenuta lontana dal Digital Event, ma che si appresta ad accogliere il (vero!) ritorno di Samus, dopo il criticatissimo Federation Force.
    Tornando a Mario, oltre ad una varietà stilistica senza paragoni, ad una vivacità estetica da lasciare a bocca aperta (ma sì: il livello urbano è davvero bruttino), Odyssey esibisce una sequenza inesauribile di soluzioni ludiche e un dinamismo quasi "enciclopedico".

    Dentro ci sono sequenze in due dimensioni, boss fight che ricordano quelle di Super Mario 64, ed un'inedita serie di interazioni con ambienti e nemici. Eccola, insomma, la (nuova) Killer App di Switch, la produzione che chiuderà in grande stile il 2017, aprendo poi le porte a quello che sarà il secondo, indimenticabile anno di Switch.





    Per quanto, è bene ribadirlo, sarebbe stata apprezzabile un po' piu' di concretezza (magari anche solo una data europea per Monster Hunter XX?), il digital event si è chiuso col botto, grazie ad un titolo che, proprio come Breath of the Wild, è in grado da solo di reggere il peso dello show e di stuzzicare gli entusiasmi degli early adopters.

    Dopo questo appuntamento comunicativo, in ogni caso, siamo fermamente convinti che le vendite della console continueranno ad aumentare progressivamente: le promesse di Nintendo rappresentano per molti una forte iniezione di fiducia, e la nuova luce sotto cui l'azienda ha posto la sua console ibrida non puo' che lasciarci con un grande sorriso.


    [Edited by li4m 6/14/2017 11:40 AM]